Proteggetevi in Internet

La sicurezza di Online Banking: dipende da voi!

Rendete la vita difficile ai malintenzionati, osservando scrupolosamente le seguenti norme di sicurezza! Pensate alla circolazione stradale: non basta essere al volante di un’auto sicura. Per muoversi senza correre rischi, sono necessari anche una guida attenta, la perfetta conoscenza delle insidie presenti sulla strada e il rispetto delle regole del traffico.

Lo stesso vale per internet: solo la combinazione di sicurezza della tecnologia Raiffeisen, consapevolezza dei rischi e comportamento responsabile da parte dell’utente può garantire un livello ottimale di sicurezza. 

Proteggersi dai “guastafeste” digitali

Più recente è la versione di Windows, meglio è! Impiegate Windows 10 o 8, ma non XP o varianti più datate, poiché per queste Microsoft non procede più all’eliminazione delle falle di sicurezza. Installate rapidamente gli aggiornamenti per tutti i software, browser e per il sistema operativo, avvalendovi del download automatico. Un buon aiuto, per individuare versioni di software obsolete su Windows è offerto dal “Personal Software Inspector (PSI)” di Secunia o dal “ROL Health Check” di Raiffeisen OnLine. 

L’installazione di un programma antivirus è un MUST per chi lavora con Windows. I programmi gratuiti costituiscono una buona protezione di base, ma le varianti commerciali dispongono di funzioni perfezionate. Anche chi possiede uno smartphone o un tablet, deve proteggersi dai virus: attualmente, il 98% delle nuove minacce è sviluppato per attaccare i dispositivi mobili che utilizzano il sistema Android di Google, mentre i possessori di Apple iOS, Blackberry o Windows Phone sono abbastanza al riparo. Per chi installa esclusivamente app di Google Play Store, il rischio di una “infezione” è contenuto, mentre i pericoli provengono prevalentemente dai portali alternativi.

Gestite con la massima cautela i vostri dati personali: conservate password e nomi utenti in luoghi sicuri. Modificate le parole d’ordine preimpostate dai produttori dei programmi e cambiate periodicamente anche tutte le altre. Cercate di impiegare dati differenti a seconda dell’applicazione e del servizio.

Massima cautela nell’apertura degli allegati alle mail! Spesso, i programmi nocivi (malware) vengono diffusi proprio così. Nel dubbio, chiedete conferma al mittente; se è sconosciuto, non aprite l’allegato. Inoltre, non cliccate mai sui link riportati nelle mail: se possibile, per andare su un sito “importante” come quello della vostra banca, utilizzate sempre l’indirizzo da voi memorizzato tra i “bookma

  • riceviate una mail contenente informazioni “confidenziali” dalla vostra banca o richieste di fornire dati personali;
  • tramite mail v’informino di un’eredità o di una vincita;
  • vi vengano spedite fatture o altri documenti da aziende con cui non avete mai avuto a che fare.
  • Attenzione: i mittenti di una mail possono essere facilmente falsificati e i link ai siti internet manipolati, così da somigliare a quelli “ufficiali”.

 

Prima di scaricare programmi, accertatevi che la fonte sia sicura: se possibile, andate sulla pagina internet del produttore, soprattutto se si tratta di software di sicurezza come i programmi antivirus. Anche i falsari inseriscono banner pubblicitari nei principali motori di ricerca, attirando gli ignari utenti con offerte imperdibili.  

 

Siate riluttanti nel comunicare le vostre informazioni. I truffatori online si rivolgono direttamente alle loro vittime, utilizzando anche i dati accalappiati dai social network. Abitudini di navigazione e nomi estrapolati da un contesto personale vengono impiegati per conquistare la vostra fiducia. ;

Se impiegate linee senza fili (LAN wireless, WiFi), assicuratevi che la comunicazione sia sempre protetta da cifratura. A casa vostra, ogni trasferimento di dati dovrebbe essere provvisto dello standard WPA2, mentre negli hotspot pubblici avvaletevi solo di protocolli di tipo HTTPS o IMAPS.

Qualora, nonostante tutte le precauzioni adottate, il vostro PC s’infetti, rischiate la perdita dei dati. Dispostivi mobili come i computer portatili possono subire danni al disco rigido o risultare inutilizzabili: per questo, effettuate regolari copie di sicurezza su supporti esterni o su altri dispositivi.

Un filtro web locale v’informa sulle minacce di un sito pericoloso, anche quando non sussiste un rischio imminente, oltre a essere utile come protezione dei vostri figli (vedi pag. 8). Se possibile, evitate di navigare su queste pagine.

 

 

Utilizzate macchine differenti a seconda dello scopo: ad esempio, un PC dedicato a giochi, musica, video o test di software e uno rigidamente protetto, per le applicazioni “serie”, come Online Banking o altro. Naturalmente, questa regola non vale solo per i computer fissi, bensì anche per i tablet e tutti gli altri dispositivi. In ogni caso, ricordate: maggiore è la sicurezza richiesta, meno programmi devono essere installati su una macchina.