Aziende, obbligatorio il POS

A partire dal 30 giugno, commercianti, fornitori di servizi e liberi professionisti dovranno consentire ai propri clienti di effettuare pagamenti senza contanti tramite dispositivi POS. Chi non si adegua, rischia una sanzione amministrativa.

Il governo continua a incentivare i pagamenti elettronici: la relativa disposizione di legge, che avrebbe dovuto entrare in vigore il 1° gennaio 2023, è stata anticipata al 30 giugno di quest’anno. Tutti i contribuenti che vendono beni o forniscono servizi devono dotarsi di dispositivi POS per accettare i pagamenti dei clienti con carta di credito o di debito. Questo vale per qualsiasi importo, compresi quelli inferiori a 30 euro. In caso di rifiuto opposto dall’esercente, sono previste pene pecuniarie da 30 euro, maggiorate del 4% del valore della transazione. Solo in caso di “oggettiva impossibilità tecnica”, la sanzione non viene comminata.

Indipendentemente dalla nuova normativa, il sistema POS offre alle aziende tutta una serie di vantaggi. Questo sistema di riscossione sicuro evita infatti la necessità di dispendiosi controlli e la gestione del denaro contante, offrendo ai clienti una forma di pagamento semplice e veloce. Scoprite i vantaggi dei dispositivi POS di Raiffeisen.

Tutti i temi nella panoramica