La storia della Cassa Raiffeisen Oltradige

Entusiasta della visione del padre fondatore del cooperativismo Friedrich Wilhelm Raiffeisen (1818-1888) e dell’idea di istituire una Cassa Raiffeisen anche nel comune di Appiano, un comitato presieduto da Arnold Plunger iniziò nel 1968 con il suo lavoro.

Contemporaneamente anche nel comune di Caldaro sorse il desiderio di rifondare una Cassa Raiffeisen e così fu creato anche lì un comitato fondatore sotto la gestione di Johann Sölva, presidente della prima cantina sociale di Caldaro.

La Cassa Raiffeisen S. Paolo/Appiano fu fondata il 25 marzo 1972 nella sala cinematografica di Appiano e Arnold Plunger fu eletto come primo presidente della banca.

Già tre giorni dopo la Cassa Raiffeisen S. Paolo/Appiano presentò tre domande per l’elevazione di altri sportelli a S. Michele/Appiano, Caldaro e Cornaiano.

Il 10 novembre 1972 il comitato provinciale approvò l’apertura di uno sportello a S. Paolo e tre giorni dopo la Cassa Raiffeisen S. Paolo/Appiano iniziò la sua attività sotto la direzione di Hansjörg Hechensteiner. Quindi dopo 35 anni riaprirò per la prima volta un istituto bancario cooperativo nell’Oltradige dopoché il fascismo ebbe costretto la Cassa Raiffeisen di quel epoca a chiudere.

Negli anni 1973 – 1976 aprirono sportelli a Caldaro, S. Michele e Cornaiano e quindi tutti i capoluoghi dell’Oltradige disposero d’ora in poi di uno sportello Raiffeisen. La sede amministrativa fu traslocata a S. Michele/Appiano e anche il nome della banca fu modificato da "Cassa Raiffeisen S. Paolo/Appiano" a "Cassa Raiffeisen Oltradige".

Negli anni successivi seguirono la riapertura della sede amministrativa in Piazza Municipio a S.Michele/Appiano nel 1984 e le aperture ufficiali delle filiali a Frangarto (1985) e Termeno (1991) e della agenzia a Caldaro (1994).

Oops, an error occurred! Code: 20190823115522cfb28658