Un esercizio positivo che getta ottime basi per il futuro

Assemblea generale 2020 della Cassa Raiffeisen della Valle Isarco

Bressanone, 22.05.2020. In occasione dell’assemblea generale della Cassa Raiffeisen della Valle Isarco, che quest’anno si è svolta con modalità particolari, il presidente Peter Winkler e il direttore Karl Leitner hanno espresso soddisfazione per i risultati dell’esercizio appena concluso. Con una crescita del 5,3%, a fine anno la massa amministrata ha raggiunto i 1.169,6 milioni di euro, mentre il patrimonio netto è aumentato a 77,4 milioni.
 

Solidi risultati d’esercizio 2019

L’assemblea generale ha offerto al presidente Peter Winkler e al direttore Karl Leitner l’opportunità di presentare nuovamente risultati d’esercizio soddisfacenti. A fine anno, la raccolta diretta ha raggiunto i 547,0 milioni di euro, mentre quella indiretta i 161,5 milioni. Gli impieghi sono cresciuti a 461,1 milioni di euro, con una netta flessione dei crediti in sofferenza (NPL ratio), che a fine anno hanno raggiunto un nuovo minimo pari allo 0,9% sul volume creditizio complessivo. La massa amministrata si è così portata a 1.169,6 milioni di euro, con un balzo del 5,3% rispetto all’esercizio precedente.

Oltre al positivo andamento delle attività, il buon risultato d’esercizio è stato influenzato anche dalla decisione del Consiglio di Stato, che in ultima istanza ha rigettato la sanzione amministrativa dell’Autorità antitrust del 2016. Il patrimonio netto è così cresciuto a 77,4 milioni di euro, mentre il Total Capital Ratio (TCR) è aumentato al 16,15%. La Cassa Raiffeisen può pertanto vantare una solida situazione a lungo termine ed è attrezzata per superare le attuali sfide di questa difficile fase per l’economia e la società.
 

Qualità nell’era digitale

La Cassa Raiffeisen della Valle Isarco continua a investire nella qualità dei suoi servizi, attribuendo un ruolo chiave a digitalizzazione, qualifiche dei collaboratori ed efficienza organizzativa, come ha affermato Christof Mair, vicedirettore e responsabile del settore mercato. La ristrutturazione dei servizi rivolti alla clientela privata ha portato a riorganizzare il Service Banking quale unità a sé stante, dando una nuova impostazione ai reparti Retail e Private Banking. In aggiunta, in seguito al pensionamento di alcuni colleghi, a inizio anno una serie di funzioni chiave del settore vendite sono state redistribuite fra i dirigenti.
 

Missione solidaristica nel segno della sostenibilità

Anche nel 2019 l’attenzione della Cassa Raiffeisen si è concentrata sulla sua missione solidaristica cooperativa, attraverso il sostegno a 220 iniziative di pubblica utilità per un totale di 290.000 euro. Contemporaneamente, con la prosecuzione del progetto “La mia vita finanziaria”, in collaborazione con le scuole superiori di Bressanone, si è puntato ancora sulla formazione finanziaria di bambini e ragazzi, ma anche sulla sostenibilità ecologica attraverso la promozione del carpooling, la coltivazione di erbe nei giardini pensili e la certificazione di grandi manifestazioni, quali l’assemblea generale e la festa di Sumsi, organizzate sotto forma di green event. L’aumento dei soci pari al 3,8%, che ha portato il numero complessivo a 4.227 unità, testimonia ancora una volta il consenso raccolto dalle idee di Raiffeisen.
 

Particolari modalità di riunione dell’assemblea a causa della crisi sanitaria

Pur non avendo potuto prendere fisicamente parte all’assemblea generale, i soci hanno avuto la possibilità di esprimere il proprio voto attraverso la delega rilasciata alla “rappresentante designata dalla Società”, che si è attenuta alle indicazioni in merito ai singoli punti all’ordine del giorno”. A tale scopo è stata nominata Martina Tschurtschenthaler, socia Raiffeisen e notaio di Bressanone. Più di 200 soci si sono avvalsi di questa possibilità per esercitare il proprio diritto di voto.

Il tuo interlocutore nella tua cassa Raiffeisen