Superbonus 110%, quando il risanamento energetico diventa un affare: parliamone!
La Cassa Raiffeisen ti sostiene nei tuoi progetti.

Cosa si intende esattamente per Superbonus?

Il “Decreto rilancio”, convertito nella Legge n° 77 del 17 luglio 2020, è nato con l’obiettivo di stimolare l’economia: a fronte di interventi di riqualificazione energetica e adeguamento antisismico, prevede una detrazione fiscale del 110% nell’arco di 5 anni, che dal 2022 diventeranno 4.

Il bonus del 110% può essere sfruttato per le spese sostenute dal 1° luglio 2020 al 31 dicembre 2023. Successivamente, l’agevolazione si riduce dal 110 al 70% nel 2024 e al 65% nel 2025.

Chi può avvalersi del Superbonus?
 

  • Persone fisiche: a fronte di interventi eseguiti nelle singole unità abitative entro il 31.12.2022 (con un massimo di due unità immobiliari per proprietario), qualora almeno il 30% di tutti i lavori sia completato entro il 30.09.2022.
     
  • Condomini: a fronte di interventi che interessano le parti comuni entro il 31.12.2025 (ad es. cosiddetto “cappotto termico”, installazione di impianti fotovoltaici, installazione o sostituzione di impianti di riscaldamento). Lo stesso vale per le persone fisiche in edifici composti da due fino a quattro unità immobiliari, in presenza di un unico proprietario o di una proprietà comune e indivisa fra più soggetti.
     
  • Enti del Terzo settore (ONLUS, organizzazioni no profit)
     
  • Cooperative edilizie a proprietà indivisa, qualora entro il 30.06.2023 sia stato completato almeno il 60% di tutti i lavori.
     
  • Circoli e associazioni sportive amatoriali: a fronte di interventi su immobili adibiti a spogliatoi.

Quali sono le modalità per usufruirne? 

1. Detrazione fiscale

2. Sconto in fattura
Il credito d’imposta può essere compensato direttamente con l’artigiano

3. Cessione del credito
Il credito d’imposta viene ceduto a terzi, ad es. a un istituto di credito come Raiffeisen

     

    A fronte di quali interventi è possibile godere del Superbonus?

     

    1. Isolamento termico

    Condizione
    Isolamento termico su almeno il 25% dell’involucro esterno dell’edificio, fino a un massimo di 50.000,00 € per edifici unifamiliari, 40.000,00 € per unità immobiliare in edifici con minimo 2 e massimo 8 unità, 30.000,00 € per unità immobiliare in edifici con più di 8 unità.

    Interventi trainati

    Se contestualmente all’isolamento termico vengono eseguiti uno o più interventi secondari, anche questi godono dell’agevolazione del Superbonus.

    • Sostituzione di serramenti e infissi
    • Schermature solari
    • Caldaie a biomassa
    • Collettori solari
    • Caldaie a condensazione
    • Pompe di calore
    • Scaldacqua a pompa di calore
    • Generatori ibridi
    • Sistemi di building automation
    • Micro-generatori
    • Sistemi di accumulo
    • Impianti fotovoltaici
    • Stazioni per la ricarica di veicoli elettrici
    • Abbattimento di barriere architettoniche

    2. Sostituzione di impianti termici centralizzati

    Condizione
    Per interventi di sostituzione delle caldaie con impianti centralizzati a condensazione, a pompa di calore o ibridi, fino a un massimo di 30.000,00 € per edifici unifamiliari, 20.000,00 € per unità immobiliare in edifici con minimo 2 e massimo 8 unità, 15.000,00 € per unità immobiliare in edifici con più di 8 unità.

    Interventi trainati:

    Se contestualmente alla sostituzione dell’impianto centralizzato vengono eseguiti uno o più interventi secondari, anche questi godono dell’agevolazione del Superbonus.

    • Sostituzione di serramenti e infissi
    • Schermature solari
    • Pompe di calore
    • Scaldacqua a pompa di calore
    • Collettori solari
    • Sistemi di building automation
    • Impianti fotovoltaici
    • Sistemi di accumulo
    • Stazioni per la ricarica di veicoli elettrici
    • Abbattimento di barriere architettoniche

    3. Riduzione del rischio sismico

    Condizione
    La detrazione già prevista dal Sismabonus è prorogata per le spese sostenute fino al 31 dicembre 2024, con un bonus compreso tra il 50 e il 70% ovvero tra il 75 e l’85% a seconda dell’intervento. Al ricorrere di determinate condizioni, si applica anche l’agevolazione al 110%. L’importo è riconosciuto fino a un massimo di 96.000,00 € per unità immobiliare.

    Interventi trainati
    Se contestualmente alla misura di riduzione del rischio sismico vengono eseguiti uno o più interventi secondari, anche questi godono dell’agevolazione del Superbonus.

    • Impianti solari fotovoltaici
    • Sistemi di accumulo
    Documenti da scaricare

    Per la cessione del credito d’imposta successiva all’11.11.2021 (contratto con la banca), sono richiesti in aggiunta l’asseverazione di congruità sulle spese sostenute, da parte di un tecnico abilitato, e il visto di conformità di un commercialista (D.lgs. n. 157/21 e Legge n. 234/21).

    • Checklist Cessione Credito d'Imposta Ristrutturazioni edilizie 50%

    • Checklist Cessione Credito d'Imposta Ecobonus 65% o 50%

    • Checklist Cessione Credito d'Imposta Bonus Facciate 90% o 60%

    • Checklist Cessione Credito d'Imposta Superbonus 110%

    La normativa in materia è in costante evoluzione, motivo per cui è possibile che venga richiesta ulteriore documentazione rispetto a quella riportata nelle check-list.

    PER ULTERIORI INFORMAZIONI:

    Non lasciarti scappare quest’occasione!
    Fissa un appuntamento con il tuo consulente e passa a trovarci.