Il Codice Etico della Cassa Centrale Raiffeisen dell'Alto Adige SpA

Il ruolo della Cassa Centrale Raiffeisen dell’Alto Adige è quello di un competente operatore finanziario che eroga i propri servizi a clienti privati e commerciali, oltre che alle Casse Raiffeisen dell’Alto Adige. A tale riguardo è compito della Cassa Centrale Raiffeisen dell’Alto Adige sostenere le Casse Raiffeisen, contribuire al loro sviluppo e prestare loro assistenza; inoltre, la stessa si occupa dei servizi bancari e finanziari universali per conto delle Casse Raiffeisen.

Per svolgere le proprie attività operative, la Cassa Centrale Raiffeisen dell’Alto Adige ha sviluppato un forte senso di responsabilità nei confronti di tutti i gruppi di interesse. Questa responsabilità deve essere formalizzata e vissuta attivamente al fine di proteggere e garantire durevolmente la fiducia nella Banca. Nel lungo termine, la fiducia nella Banca costituisce un presupposto imprescindibile del successo economico e della competitività.

Il Codice Etico definisce i valori e le convinzioni della Cassa Centrale Raiffeisen dell’Alto Adige, indicando principi guida di comportamento per tutti i dipendenti nei confronti dei gruppi di interesse interni ed esterni quali clienti, Casse Raiffeisen, partner d’affari, autorità di vigilanza e dipendenti, e stabilisce una cultura aziendale conforme alla legge e improntata a valori etici.

Il Codice Etico vincola tutti i soggetti che operano in nome e per conto della Cassa Centrale Raiffeisen dell’Alto Adige e raccoglie i principi di comportamento necessari al fine di impedire la perpetrazione dei reati di cui al D.lgs. 231/2001. I principi e gli standard alla base del comportamento etico e responsabile poggiano sui valori della Cassa Centrale Raiffeisen dell’Alto Adige e sono definiti nel Codice Etico della Banca.

Il Codice Etico della Cassa Centrale Raiffeisen dell'Alto Adige SpA

Il Modello di Organizzazione

La Cassa Centrale Raiffeisen dell’Alto Adige ritiene l’introduzione e l’applicazione di un modello di organizzazione ai sensi del Decreto una misura sensata ed adeguata, al fine di sensibilizzare i dipendenti e le altre persone che intrattengono rapporti con la società a un comportamento corretto e trasparente e per evitare la commissione dei reati previsti dal Decreto. Di conseguenza, il Consiglio di amministrazione, nella sua riunione dell’15.12.2014, ha deliberato l’adozione e l’applicazione di un modello di organizzazione.

Il Modello di organizzazione si compone di una Parte generale e di una Parte speciale. Nella Parte generale sono descritti i principi generali del Modello, la normativa di riferimento, i compiti dell’Organismo di vigilanza e le sanzioni disciplinari. La Parte speciale elenca le varie categorie di reati indicate nel D.lgs. 231/2001 e definisce le aree di rischio che si presentano, con riferimento ai reati indicati, nell’ambito della Cassa Centrale Raiffeisen dell’Alto Adige nonché i principi comportamentali che i destinatari sono tenuti ad osservare.

Il Modello di Organizzazione