Sostenere le artiste ed i artisti, dando vita nel contempo ad una preziosa collezione di opere contemporanee locali è l’obiettivo della collezione d’arte della Cassa Centrale Raiffeisen dell’Alto Adige.

L’istituto centrale delle Casse Raiffeisen è una banca saldamente radicata in Alto Adige, da sempre strettamente legata all’economia e alla società di questa terra. La domanda che spesso si sente porre è se gli artisti, per avere successo, debbano per forza lasciare la propria terra ed essere attivi a livello internazionale. Siamo dell’opinione che, se a livello locale esistessero sufficienti opportunità di visibilità, la produzione artistica in provincia potrebbe essere promettente e di ottima qualità. 
In provincia vivono artiste ed artisti validi. Attraverso la collezione vogliamo offrire loro opportunità economiche ed anche la possibilità di presentarsi e farsi conoscere. Per questo motivo il fulcro della mostra è costituito da opere di artiste ed artisti di grande potenziale e legati, direttamente o indirettamente all’Alto Adige, al Tirolo del Nord e dell’Est.

Non abbiamo velleità di completezza, desideriamo piuttosto concentrarci su qualità ed unicità. Vogliamo dare vita e curare una collezione dal profilo forte e riconoscibile – che dia pari valore sia ad opere più legate alla tradizione sia a quelle maggiormente orientate al futuro.

La collezione è pensata come progetto a lungo termine. Sin dal 2011 acquistiamo regolarmente arte giovane ed innovativa, al fine di dotarci in futuro, attraverso la continuità, di opere di notevole livello artistico. Ciò significa che ci impegneremo ad osservare e ad accompagnare per parecchi anni la produzione degli artisti dei quali acquisteremo le opere.

Crediamo sia importante che un sottile filo rosso attraversi l’intera collezione e che gli acquisti siano conseguenza diretta di un chiaro concetto di fondo. Per garantire ciò abbiamo dato vita ad un consiglio artistico. Quest'organo, contraddistinto da un elevato livello di competenza, è composto da tre esperte di arte contemporanea. Si tratta della Sig.ra Brigitte Matthias, direttrice del Kunstforum Bassa Atesina, della dott.ssa Lisa Trockner, direttrice del Südtiroler Künstlerbund e del dott. Günther Dankl, ex curatore delle Graphische und Kunstgeschichtliche Sammlungen der Tiroler Landesmuseen.

Ricordiamo con gratitudine la dott.ssa Beate Ermacora, direttrice della galleria del Taxispalais di Innsbruck, la quale dal 2011 fino alla sua morte nell’anno 2016 ha contribuito notevolmente all’impostazione della collezione d’arte Raiffeisen in veste di consigliera artistica della collezione.

Dal 2011 al 2020 i consiglieri d’arte hanno selezionato 135 opere prodotte dagli artisti Alberti  Gino, Alberti Elisa, Angerer Alexandra (AliPaloma), Angerer Leonhard, Bacher Markus, Barbolini Sylvia, Barcheri Claudia, Battisti Walter, Bernardi Michele, Bogner Anna-Maria, Bonell Gotthard, Bornefeld Julia, Bosisio Johannes, Bosisio Robert, Dall'O Arnold, Degiorgis Nicolò, Demetz Aron, Eccli Manfred, Feuerstein         Thomas, Fliri Michael, Frank Julia, Grezzani Elisa, Grünfelder Urban, Heiler Mirijam, Hinteregger Herbert, Hinterhuber Christoph, Hofer Siggi, Holzknecht Arnold, Hopfgartner Irene, Hora Ingrid, Kammerer Wil-ma, Kargl Michael, Kaufmann Christian, Kostner Hubert, Kostner Arthur, Krinzinger Matthias, Leimer Sonia, Leitner Cindy, Lochmann Cornelia, Lüth Andrea, Mahlknecht Brigitte, Mayer Linda Jasmin, Messner Philipp, Micheli Sissa, Moroder Arianna, Neunhäuserer Judith, Niedermayr Walter, Oberkofler Gabriela, Oppl Bernd, Pan Robert, Perathoner Diego, Peters Maria, Piffrader Christian, Polli Petra, Rainer Josef, Raitmayr Christoph, Reisigl Christian, Reissner Jörg, Resch und Willeit, Riess Thomas, Sachsalber Sven, Sailer Gregor, Scheibe Hubert, Schmuck Karin, Schönweger Leander, Schöpfer Nora, Schwazer Leander, Senoner Peter, Speranza Carlo, Steckholzer Martina, Sterna Thomas, Stocker Esther, Tschurtschenthaler Felix, Unterfrauner Karl, Veltman Rens, Werth Letizia, Widmoser Heidrun, Wierer Alexander, Zingerle Andreas.

Inoltre, nel 2012, è stato ampliato anche il concetto generale alla base della collezione mediante l’istituzione di un‘opera annuale su commissione, assegnata per la prima volta a Carlo Speranza. A quest'ultimo ha fatto seguito nel 2014 Christian Kaufmann, nel 2015 Claudia Barcheri, nel 2016 Diego Perathoner, nel 2017 Manfred Eccli e, nel 2018 Ali Paloma, nel 2019 Petra Polli e nel 2020 è stato Alexander Wierer ad aggiudicarsi l’incarico per un’opera su commissione della collezione Raiffeisen.

Dal 2012 anche la cartolina di auguri natalizi della banca è realizzata da uno/a degli artisti/e facenti parte della collezione. Nel 2012 l’incarico è stato affidato a Sylvia Barbolini, nel 2013 ad Arianna Moroder, nel 2014 a Gabriela Oberkofler, nel 2015 a Nicolò Degiorgis, nel 2016 a Cindy Leitner, nel 2017 a Johannes Bosisio, nel 2018 a Maria Peters, nel 2019 a Mirijam Heiler e nel 2020 a Heidrun Widmoser.

Ci auguriamo che la ricca panoramica su queste pagine delle opere finora acquisite e degli autori inseriti nella nostra collezione possa rappresentare per voi un'interessante e piacevole lettura e ci auguriamo, in questo modo, di poter dare il nostro piccolo, ma importante contributo al panorama artistico locale.

 

Il Presidente                                                                             Il Direttore Generale

Hanspeter Felder                                                                        Zenone Giacomuzzi