ALTO ADIGE SI RIPARTE: TUTTE LE MISURE

Da sempre, sono la comunità e la coesione, l’esserci l’uno per l’altro, a infondere forza al nostro pensiero cooperativo. Anche oggi, consapevoli della nostra responsabilità, in stretta collaborazione con la Provincia Autonoma di Bolzano abbiamo sviluppato una serie di misure volte a sostenere soci, clienti e tutti i cittadini in questa crisi, aiutandoli a superare la difficile situazione.

Su questa pagina trovi tutte le informazioni che riguardano la sospensione delle rate del mutuo ed i finanziamenti, insieme agli appositi moduli di richiesta. Se hai domande, non esita a contattare il tuo consulente via e-mail o per telefono.

Klicken, um das Menü aufzuklappen

SOSPENDERE LE RATE DI UN FINANZIAMENTO

A causa della perdita di reddito causata dall’emergenza coronavirus, a breve anche le famiglie e i privati potrebbero trovarsi in difficoltà finanziarie. Per superare l’impasse, tuttavia, possono approfittare di varie misure per sospendere temporaneamente il pagamento delle rate in scadenza o prorogarne il termine: un’opzione a portata di mano e senza costi aggiuntivi. 

È possibile una proroga dei termini di scadenza?
• Può essere richiesta la sospensione fino a un anno del pagamento della quota capitale o dell’intera rata.

• Al contempo, sussiste la possibilità di dilazionare fino a un massimo di 24 mesi la durata dei prestiti, approfittando così anche di rate più contenute.

Scaturiscono costi aggiuntivi a fronte di sospensioni e/o dilazioni?
• No, in questi casi non sono previsti costi ulteriori. Anche il tasso d’interesse rimane invariato.

Quali requisiti devono essere soddisfatti?
• Le misure si applicano ai prestiti stipulati a medio e lungo termine che sono regolarmente onorati (“in bonis”) al momento della richiesta.

• Tale vantaggio, tuttavia, non è previsto a fronte di finanziamenti la cui durata sia già stata prorogata negli ultimi 24 mesi o per i quali sia già stata concessa una moratoria parziale o totale delle rate.

Per le fideiussioni è necessario il consenso dei garanti?
• Sì, nel caso di finanziamenti assisiti da fideiussioni e/o ipoteche di terzi, è necessario il consenso dei rispettivi garanti.

Come procedo ora?
• Rivolgiti alla tua Cassa Raiffeisen per farti consigliare la soluzione migliore e compilare insieme il modulo di richiesta necessario. Tutte le domande saranno elaborate con una procedura semplificata.

Modulo: Covid-19-Modulo_Raiffeisen_v18.05

 

RISPARMIO CASA

Posso sospendere le rate del mutuo collegato al Risparmio Casa?

• Sì, è possibile sospendere il pagamento delle rate del mutuo collegato al Risparmio Casa fino al 31.03.2021, prolungando la durata del prestito per i relativi mesi.

• Nel periodo della moratoria non maturano interessi.

Da quando è possibile sospendere il pagamento delle rate? 
• Se la richiesta viene presentata ad aprile, la moratoria ha effetto a partire dal 30.04.2020 e il prolungamento della durata è di 12 mesi; se la richiesta viene avanzata a luglio, la sospensione parte dal 31.07.2020 e il prolungamento è di 9 mesi.

• La moratoria del rimborso è concessa anche a chi sottoscrive il contratto di mutuo entro il 30.09.2020.

Come devo procedere per ottenere la sospensione delle rate?
• È necessario inviare per e-mail alla propria banca il modulo di richiesta debitamente compilato e sottoscritto.

• In presenza di garanzie o ipoteche di terzi, il consenso dei garanti dev’essere formalizzato con un modulo separato.

Dove posso reperire il modulo di richiesta?
• Tenendo conto dei tempi di elaborazione, si prega di presentare la richiesta di moratoria per il mese in corso entro la metà del mese stesso.

• Il modulo può essere scaricato qui.

• In caso di domande, è possibile rivolgersi alla propria Cassa Raiffeisen.

ModuloCOVID19_Modulo_Risparmio_Casa

SOSPENDERE IN TUTTA SEMPLICITÀ LE RATE DI UN FINANZIAMENTO

Le imprese possono ricorrere a diverse possibilità per sospendere temporaneamente le rate in scadenza o prorogare la durata di un finanziamento: tutte le opzioni sono a portata di mano e senza costi aggiuntivi.

È possibile la proroga dei termini di scadenza?
• Può essere richiesta la sospensione fino a un anno del pagamento della quota capitale o dell’intera rata.
• Contemporaneamente, esiste la possibilità di dilazionare la durata del prestito.
• I finanziamenti con rimborso in unica soluzione, le aperture di credito in conto corrente e le linee di anticipazione crediti in scadenza prima del 30.09.2020 possono essere prorogati fino a tale data.
• I prestiti di breve durata possono essere dilazionati fino a 270 giorni.
• In caso di finanziamenti agevolati o leasing dal fondo di rotazione, ai sensi della L.P. n° 9 del 15 aprile 1991, può essere sospeso sino a due anni il pagamento della quota capitale delle rate.

Scaturiscono costi aggiuntivi?
• A fronte di sospensioni e/o dilazioni non sono previsti costi aggiuntivi.
• Anche il tasso d’interesse rimane invariato.

Per le fideiussioni è necessario il consenso dei garanti?
• Sì, nel caso di finanziamenti assisiti da fideiussioni e/o ipoteche di terzi, è necessario il consenso dei garanti.

Come procedo?
• Rivolgiti alla tua Cassa Raiffeisen per e-mail o telefonicamente per farti consigliare la soluzione migliore e aiutarti nella compilazione del modulo di richiesta.
• Tutte le domande saranno elaborate con una procedura semplificata.

Moduli di richiesta:

PRESTITI FINO A 10.000 EURO PER FAMIGLIE E LAVORATORI

Chi può presentare domanda?
• Tutte le famiglie e i lavori dipendenti che, a causa dell’attuale crisi, si trovano in difficoltà finanziarie e usufruiscono della cassa integrazione

A quanto ammonta l’importo del prestito? 
• Da 3.000 a 10.000 euro

Quali sono i requisiti per l’accesso?
• Il richiedente dev’essere in cassa integrazione (parziale o totale)
• Il richiedente dev’essere “in bonis”
• Il finanziamento può essere richiesto una sola volta, esclusivamente tramite una banca
• La finalità dev’essere la liquidità: il prestito non può essere richiesto per finanziare impegni bancari preesistenti

Quali sono le condizioni?
• La durata è di cinque anni
• La banca si fa carico degli interessi per il primo anno, la Provincia di quelli per il secondo anno (contributo interessi), dopodiché il tasso è pari a un massimo dell’1%
• La banca non può addebitare commissioni o spese

Come procedo?
• Compila il modulo di richiesta e invialo per e-mail, insieme a una copia del documento d’identità, al tuo consulente presso la Cassa Raiffeisen
• In caso di domande, puoi contattare telefonicamente il tuo consulente

Link alla modulistica:

ANTICIPO DELLA CASSA INTEGRAZIONE

Chi può presentare domanda?
• Tutti i lavoratori dipendenti che, a causa dell’emergenza da coronavirus, sono stati messi in cassa integrazione

A quanto ammonta il prefinanziamento? 
• Finanziamento una tantum della cassa integrazione a interessi zero per un ammontare massimo di 1.400 euro
• L’anticipo avviene sotto forma di un’apertura di credito in conto corrente senza commissioni

Quali sono i requisiti per l’accesso?
• Il lavoratore deve risultare occupato tra il 23.02.2020 e il 17.03.2020
• Il datore di lavoro deve aver presentato domanda all’INPS per la “Cassa Integrazione Guadagni Ordinaria” e/o la “Cassa Integrazione Guadagni in Deroga”
• L’anticipo non è stato erogato direttamente dal datore di lavoro

Quali sono le condizioni?
• Durata fissa di 7 mesi
• Tasso zero
• Nessuna commissione o spesa da parte della banca

Quali documenti sono necessari?
• Copia di un documento d’identità in corso di validità; per i lavoratori stranieri, permesso soggiorno
• Copia del codice fiscale
• Copia dell’ultima busta paga

Come procedo?
• Compila il modulo di richiesta e invialo per e-mail al tuo consulente presso la Cassa Raiffeisen
• In caso di domande, puoi contattare telefonicamente il tuo consulente

Ai moduli di richiesta:
Cassa integrazione INPS:

Cassa integrazione artigiani:

MICROCREDITI ALLE IMPRESE FINO A 35.000 EURO

Chi può presentare domanda?
• Le imprese (anche agricole) fino a 250 occupati 
• I liberi professionisti

A quanto ammonta l’importo del prestito? 
• L’importo massimo è di 35.000 euro 

Quali sono i requisiti per l’accesso?

• L’impresa deve aver subito un danno dalla pandemia di coronavirus (autocertificazione)
• Il richiedente dev’essere iscritto nel Registro delle imprese presso la Camera di Commercio di Bolzano o presso un albo professionale della Provincia di Bolzano 
• Il richiedente dev’essere “in bonis” 
• Il richiedente dev’essere o diventare membro di consorzio di garanzia 
• Il finanziamento può essere richiesto una sola volta, esclusivamente tramite una banca 
• La finalità dev’essere l’approvvigionamento di liquidità per il pagamento di fornitori, personale e costi operativi; il prestito non può essere richiesto per finanziare impegni bancari preesistenti

Quali sono le condizioni?
• La durata fissa è di cinque anni
• Un anno di preammortamento (tasso d’interesse 0,00%), a partire dal secondo anno il tasso non potrà superare l’1,25%
• Per il secondo anno, il cliente ha diritto al contributo interessi della Provincia
• Il consorzio di garanzia risponde al 90% per l’importo del finanziamento, grazie alla ricopertura da parte del Fondo Centrale di Garanzia
• La banca non può addebitare commissioni o spese, salvo eventuali tasse e/o imposte

Sono previsti costi aggiuntivi?
• Commissione di garanzia del consorzio Confidi/Garfidi di 730 euro, rimborsata al 100% dalla Provincia Autonoma di Bolzano
• Quota associativa Garfidi/Confidi di 270 euro

Come avviene la liquidazione?
• Una volta approvata la garanzia, l’importo totale è liquidato in unica soluzione
• Tempi di elaborazione della pratica: al massimo 2 settimane

 

Finanziamenti senior da 35.001 a 300.00 euro

Chi può presentare domanda?
• Le aziende fino a 250 dipendenti e i liberi professionisti iscritti in un albo professionale con sede in provincia di Bolzano

A quanto ammonta l’importo del prestito?
• L’importo minimo è pari a 35.001 euro, quello massimo a 300.000 euro.

Quali sono i requisiti per l’accesso?
• Aver subito un danno alla propria impresa in seguito alla crisi del coronavirus (autodichiarazione)
• Il richiedente deve essere iscritto al Registro delle imprese presso la Camera di Commercio di Bolzano o in un albo professionale della provincia di Bolzano
• Il richiedente deve essere “in bonis”
• Il richiedente deve essere o diventare socio di un consorzio di garanzia
• Il finanziamento può essere richiesto solo una tantum e presso una sola banca
• Scopo del finanziamento: investimento, liquidità per il pagamento di fornitori, personale e costi operativi 

Quali sono le condizioni che regolano il prestito? • Durata di 6 anni, di cui al max. 2 di preammortamento • Tasso fisso dello 0,40% per i primi 2 anni, poi variabile indicizzato a Euribor 360 a 6 mesi (zero floor) + max. spread 1,90% • In merito alla garanzia esistono due opzioni:
Opzione 1. Il finanziamento è assistito da una garanzia di Garfidi/Confidi per l’80-90% e controgaranzia del Fondo Centrale di Garanzia pari al 90-100% -> in questo caso, il richiedente deve diventare membro del consorzio di garanzia
Opzione 2. Il finanziamento è assistito da una garanzia diretta del Fondo Centrale di Garanzia per un ammontare dell’80-90% -> in tal caso, il richiedente non deve aderire al consorzio di garanzia
• Il contributo provinciale copre al 100% le commissioni per la garanzia nei primi 12 mesi e il contributo in interessi per i primi 2 anni
• In caso di estinzione anticipata, il contributo in conto interessi deve essere rimborsato 
• Non è consentita la ristrutturazione (anche parziale) di debiti bancari esistenti, ad eccezione di un prefinanziamento
• Liquidazione una tantum del finanziamento in seguito all’ottenimento della garanzia da parte del consorzio / del Fondo Centrale di Garanzia

Sono previsti costi aggiuntivi?
• Le commissioni per le garanzie dovute anticipatamente ai consorzi da parte del cliente
• Contributo associativo di 270 euro per l’adesione a Confidi/Garfidi (solo qualora il finanziamento sia assistito da garanzia di Garfidi/Confidi)

Come devo procedere?
• In caso di dubbi, il tuo consulente è a disposizione telefonicamente o personalmente per assisterti nella compilazione della modulistica

Vai al modulo di richiesta: 

 

Finanziamenti senior da 300.001 a 1.500.000 euro 

Chi può presentare domanda?
• Le aziende fino a 250 dipendenti e i liberi professionisti iscritti in un albo professionale con sede in provincia di Bolzano

A quanto ammonta l’importo del prestito?
• L’importo minimo è pari a 300.001 euro, quello massimo a 1.500.000 euro.

Quali sono i requisiti per l’accesso?
• Aver subito un danno alla propria impresa in seguito alla crisi del coronavirus (autodichiarazione)
• Il richiedente deve essere iscritto al Registro delle imprese presso la Camera di Commercio di Bolzano o in un albo professionale della provincia di Bolzano
• Il richiedente deve essere “in bonis”
• Il richiedente deve essere o diventare socio di un consorzio di garanzia
• Il finanziamento può essere richiesto solo una tantum e presso una sola banca
• Scopo del finanziamento: investimento, liquidità per il pagamento di fornitori, personale e costi operativi

Quali sono le condizioni che regolano il prestito?
• Durata 6 anni, di cui al max. 2 di preammortamento
• Tasso fisso dello 0,90% per i primi 2 anni, poi variabile indicizzato a Euribor 360 a 6 mesi (zero floor) + max. spread 1,90%
• In merito alla garanzia esistono due opzioni.
Opzione 1. Il finanziamento è assistito da una garanzia di Garfidi/Confidi per l’80-90% e controgaranzia del Fondo Centrale di Garanzia pari al 90-100% -> in questo caso, il richiedente deve diventare membro del consorzio di garanzia
Opzione 2. Il finanziamento è assistito da una garanzia diretta del Fondo Centrale di Garanzia per un ammontare dell’80-90% -> in tal caso, il richiedente non deve aderire al consorzio di garanzia
• Il contributo provinciale copre al 100% le commissioni per la garanzia nei primi 12 mesi e il contributo interessi per i primi 2 anni nella misura dello 0,50%
• In caso di estinzione anticipata, il contributo in conto interessi deve essere rimborsato 
• Non è consentita la ristrutturazione (anche parziale) di debiti bancari esistenti, ad eccezione di un prefinanziamento
• Liquidazione una tantum del finanziamento in seguito all’ottenimento della garanzia da parte del consorzio / del Fondo Centrale di Garanzia

Sono previsti costi aggiuntivi?
• Oneri d’istruttoria richiesti dalla banca: 0,25% con un max. di 2.500 euro
• Commissioni per le garanzie dovute anticipatamente ai consorzi da parte del cliente
• Contributo associativo di 270 euro per l’adesione a Confidi/Garfidi (solo qualora il finanziamento sia assistito da una garanzia di Garfidi/Confidi)

Come devo procedere?
• In caso di dubbi, il tuo consulente è a disposizione telefonicamente o personalmente per assisterti nella compilazione della modulistica

Vai al modulo di richiesta: 

FINANZIAMENTI ALLE IMPRESE FINO A 30.000 EURO

Chi può presentare domanda?
• Le micro, piccole e medie imprese fino a 250 occupati
• I liberi professionisti
• I lavoratori autonomi

A quanto ammonta l’importo del prestito? 
• Finanziamento a medio/lungo termine fino 30.000 euro (max. 25% del fatturato), garantito al 100% dal Fondo Centrale di Garanzia

Quali sono i requisiti per l’accesso?
• L’impresa deve aver subito un danno dalla pandemia di coronavirus (autocertificazione)
• La finalità dev’essere l’approvvigionamento di liquidità per il pagamento di fornitori, personale e costi operativi; il prestito non può essere richiesto per finanziare impegni bancari preesistenti
• Il richiedente dev’essere “in bonis”

Quali sono le condizioni?
• La durata fissa è al massimo di 10 anni, di cui 2 di preammortamento
• Il tasso è fisso ed è parametrato al “Rendistato”
• Il prestito è concesso direttamente, senza necessità di ricorrere a prefinanziamenti

Come avviene la liquidazione?
• Erogazione dell’importo complessivo in unica soluzione

Come procedo?
• Contatta per e-mail o telefonicamente il tuo consulente presso la Cassa Raiffeisen: sarà lieto di illustrarti l’iter

Ai moduli di richiesta:
 Fondo_Garanzia

FINANZIAMENTI ALLE ASSOCIAZIONI FINO A 10.000 EURO 

Chi può presentare domanda?
• Le associazioni che, a causa della pandemia di coronavirus, si trovano in difficoltà finanziarie 

A quanto ammonta l’importo del prestito? 
• Fino a un massimo di 10.000 euro

Quali sono i requisiti per l’accesso?
• Aver subito danni dalla pandemia di coronavirus (autocertificazione)
• Il richiedente dev’essere “in bonis”
• Il finanziamento può essere richiesto una sola volta, esclusivamente tramite una banca
• La finalità dev’essere l’approvvigionamento di liquidità: il prestito non può essere richiesto per finanziare impegni bancari preesistenti

Quali sono le condizioni?
• Tasso fisso massimo dell’1% 

Come procedo?
• Compila l’autocertificazione e inviala per e-mail al tuo consulente presso la Cassa Raiffeisen
• Rivolgiti sempre al tuo consulente per chiarire ulteriori dettagli
• In caso di domande, puoi contattarlo telefonicamente 

Documenti da allegare:
• copia del documento d’identità

Modulo di richiesta: Covid19_Dichiarazione_Associozioni 

Se sei interessato ad altri temi che riguardano COVID-19, come il pagamento senza contanti, la sicurezza degli investimenti e la previdenza pensionistica, puoi visitare la seguente pagina: raiffeisen.it/it/coronavirus

Qui trovi tutte le misure del Ministero dell'Economia e delle Finanze: www.mef.gov.it/

 

Messaggio pubblicitario con finalità promozionali. Per ulteriori informazioni si rimanda alle schede informative dei singoli prodotti reperibili sul nostro sito web al menu Trasparenza o direttamente presso gli sportelli della nostra Cassa.
Il tuo interlocutore nella tua cassa Raiffeisen
Cambiare consulente