Raiffeisen Silvestergespräche

"Erfolg ist ein schlechter Lehrmeister"

Am Freitag, 4. Januar 2019 lud die Raiffeisenkasse Bruneck zu ihren Silvestergesprächen. Im Nu waren 300 Plätze vergeben, darunter zahlreiche Südtiroler Persönlichkeiten aus Politik, Wirtschaft und Kultur.

Mit dem renommierten österreichischen Zukunftsforscher Franz Kühmayer fand Geschäftsführer und Gastgeber Anton Josef Kosta einen optimalen Referenten zur Ausführung des mit Bedacht gewählten Themas: „Erfolg ist ein schlechter Lehrmeister". Kühmayer, Experte für das Thema „Zukunft der Arbeit“ weiß wovon er spricht: "In der heutigen Arbeitswelt haben sich bereits viele Strukturen und Prozesse geändert. Früher bedeutete Erfolg vor allem Geld und war an monetäre Faktoren geknüpft. Für die Arbeitskräfte von heute heißt Erfolg vor allem eines, nämlich die persönliche Erfüllung." Zum Pressetext..

Fotos: Harald Wisthaler

Raiffeisen Silvestergespräche 2017


Herausforderung FAMILIENUNTERNEHMEN
...Wenn Führungskräfte verheiratet und Mitarbeiter verschwägert sind…

Die besondere Form des Familienunternehmens birgt spezifische Anforderungen an die Führung. Wenn der Fortbestand des Unternehmens und damit die Existenzsicherung der eigenen Familie das oberste Ziel ist - wie gestaltet sich dann die Führung? Wodurch zeichnen sich erfolgreich geführte Familienunternehmen aus? Und dann noch die Betriebsübergabe: Rund 5.000 Unternehmen stehen südtirolweit vor dieser großen Herausforderung.

Moderiert von Dr. Barbara Aigner brachten uns die hochkarätigen Referenten, Prof. Dr. Arnold Weissman und Dr. Christian Rauscher das Thema Unternehmensführung in seinen unterschiedlichen Facetten näher.

Im Anschluss wurde es feierlich: Die Geschäftsführer des Beratungsunternehmens "emotion banking", Dr. Barbara Aigner und Dr. Christian Rauscher, übergaben der Raiffeisenkasse Bruneck offiziell die Auszeichnung zur Bank des Jahres.


Colloqui di San Silvestro Raiffeisen 2016

Resilienza, la forza per affrontare la crisi

I Colloqui di San Silvestro a Brunico sono ormai un appuntamento fisso sul finir dell’anno. Anche in quest’occasione, l’evento era collegato a una manifestazione benefica, che ha riscosso ampio favore e visto il “tutto esaurito” con una settimana di anticipo.
“Resilienza è sinonimo di resistenza e capacità di affrontare la vita”: la relatrice tedesca Sylvia Kéré Wellensiek, psicoterapeuta e coach, ha esordito con la definizione del termine. La resilienza non si occupa delle crisi di per se, bensì dei modi per affrontarle o, nel migliore dei casi, per evitarle. “La resilienza può essere appresa e allenata”, ha proseguito Wellensiek, “è nella natura degli uomini attraversare fasi di crisi: l’arte consiste nel calibrare efficienza e capacità di sopportazione, così come misura ed equilibrio”.

 


Colloqui di San Silvestro 2015

"Cina, cosa possiamo imparare dal Regno di Mezzo”

A Brunico, i Colloqui di San Silvestro sono un appuntamento molto apprezzato, che tradizionalmente si tiene sul finir dell’anno. Anche per quest’edizione, il salone della Cassa Raiffeisen di Brunico era gremito fino all’ultimo posto, grazie all’accurata selezione degli argomenti trattati. “Cerchiamo di cogliere i mutamenti del tempo, offrendo ai nostri ospiti i temi da loro auspicati, anche se spesso inattesi”, ha commentato il direttore Anton Josef Kosta. La Cina è stata dunque al centro dei Colloqui di San Silvestro, che il 29 dicembre hanno attirato oltre 350 clienti nella Cassa Raiffeisen di Brunico e che sono stati magistralmente condotti dalla giovane moderatrice Patrizia Hainz.


Colloqui di San Silvestro 2014

“Eventi mondiali del 2014 e prospettive per il 2015”

Anche nel 2014, i Colloqui di San Silvestro hanno riscosso successo e oltre 350 ospiti hanno assistito a questa tradizionale manifestazione organizzata dalla Cassa Raiffeisen di Brunico. L’argomento scelto per quest’edizione (“Eventi mondiali del 2014 e prospettive per il 2015”) ha suscitato una vasta eco, trattandosi di un tema che consente di “tirare le fila” e stilare un bilancio. Relatore della serata è stato nientepopodimeno che il prof. Roland Benedikter, noto politologo e sociologo, membro del Club of Rome, che ha affascinato i presenti con la sua esposizione: in un dialogo a due con la giovane studentessa Julia Prousch, ha discusso animatamente di politica, economia e di possibili insediamenti su Marte.

 

A conclusione della serata, il comico Dietmar Prantl ha nuovamente riepilogato in chiave umoristica i temi trattati, chiudendo con una battuta rivolta alla direzione: “Tradizionalmente, chi porta due nomi di battesimo, ha una grande personalità”.

 


Colloqui di San Silvestro 2013

“Comunicazione con tutti i sensi nell’era digitale”

Il 29 dicembre, oltre 300 tra soci, clienti, partner e amici sono stati invitati a un’appassionante serata, il cui tema ruotava intorno alla comunicazione nella nostra era. Tra gli spunti offerti per discutere della “seconda dimensione” della comunicazione, oltre a ribadire l’importanza dell’interazione con clienti e dipendenti, è spiccato anche l’input di un “esperto di olfatto”. Relatore principale della serata è stato Philipp Riederle, che ha illustrato i modelli di comunicazione nei social media, visti dagli occhi della generazione Y. Alla tavola rotonda che è seguita, moderata da Oktavia Brugger, hanno partecipato il prof. Roland Benedikter e il dott. Josef Franz, erborista diplomato. A conclusione della serata, tutti gli invitati hanno brindato, nella cornice del Raiffeisen Forum, alla riuscitissima serata e a un brillante 2014.


Colloqui di San Silvestro 2012

“Le basi della vita quotidiana e dell’economia: i valori hanno ancora un significato?”

Il prof. Hans Hofinger, giurista, economista, pedagogo dell’economia e membro del consiglio generale dell’Associazione delle banche cooperative nell’Unione Europea, nonché presidente del collegio sindacale dell’istituto centrale delle Banche Popolari austriache, ha illustrato il significato delle regole benedettine per i manager, oggi più attuali che mai, facendo esplicito riferimento ai valori cooperativi.

Per 25 anni impegnato nel settore della moda, tra cui nel ruolo di direttore del marchio Escada a Roma e Parigi, Stefano Barbini vive oggi insieme alla moglie e ai tre figli sul suo maso agricolo a Onies/San Lorenzo di Sebato. In questa struttura, trasformata in un lodge di lusso, accoglie ospiti facoltosi provenienti da ogni dove. La sua esperienza e, in particolare, i valori cui si è ispirato al suo rientro in Alto Adige, sono stati al centro del suo intervento, volto a motivare gli altoatesini a un maggiore orgoglio per il livello di benessere raggiunto e ad abbandonare l’abitudine di denigrare tutto quanto li circonda.


Colloqui di San Silvestro 2011

“La crisi quale punto di svolta nella vita e nell’economia”

350 tra clienti, amici e partner della Cassa Raiffeisen di Brunico hanno accolto l’invito e assistito ai Colloqui di San Silvestro, che quest’anno si sono svolti il 30 dicembre. I relatori Kurt Gatterer, Rolf Waibel, Alexander Brenner Knoll e il padrone di casa, il direttore Anton Josef Kosta, hanno discusso della crisi quale punto di svolta, analizzandola da diversi punti di vista. Il cantautore Afred E. Mair ha allietato la serata con le sue canzoni e le sue melodie, ricche di simpatiche allusioni all’attuale situazione economica.


Colloqui di San Silvestro 2010

“I manager come i monaci?”

Il 27 dicembre, la Cassa Raiffeisen di Brunico ha organizzato i tradizionali Colloqui di San Silvestro, che già prima della loro messa in scena, avevano suscitato forte interesse. Il giorno dell’evento, il salone era gremito fino all’ultimo posto dai 300 ospiti. La crisi economico-finanziaria scatenatasi nel 2007 ha riportato alla dura realtà dei fatti i manager di numerose aziende: dopo anni di “vacche grasse”, con ricavi in costante crescita e ricchi bonus, improvvisamente si è aperta una voragine che ha depresso e impoverito un sacco di persone. Non per nulla, oggi i monasteri pullulano di dirigenti in ritiro, che dalla semplicità e tranquillità cercano di trarre nuove forze. I tre partecipanti al dibattito moderato dal dott. Eberhard Daum hanno concordato sul fatto che la questione non può essere risolta in maniera semplicistica con un “sì” o con un “no”: molto più importante è la co-presenza di monaci e manager, l’uno accanto all’altro. Qualunque sia la scelta personale, se si riesce a trasformare in professione la propria vocazione, il successo è garantito, sia a livello spirituale che secolare.


Colloqui di San Silvestro 2009

“Le radici del futuro. 200 anni di storia economica altoatesina”

A conclusione dell’anno in cui si è celebrato il Bicentenario dell’insurrezione tirolese, il 29 dicembre, la Cassa Raiffeisen di Brunico ha organizzato i Colloqui di San Silvestro. Il tema di questa manifestazione riservata a 200 clienti selezionati era, in linea con l’importante ricorrenza, incentrato sulle “radici del futuro” e sui due secoli di storia economica dell’Alto Adige. Per l’occasione si è passato in rassegna lo sviluppo socio-economico della nostra regione, analizzando il presente e gettando uno sguardo al futuro. In risposta alle domande del pubblico, si è parlato anche di Euregio, che secondo il presidente della Giunta provinciale rappresenta una grossa opportunità per accrescere l’efficienza in numerosi ambiti, dall’università al traffico. Durnwalder ha inoltre accennato alla necessità di un confronto sereno con il passato, sulla base di un libro di storia comune, sottolineando infine la grossa sfida legata alla questione energetica. In conclusione, il dott. Wohlfarter ha ribadito il significato di un’economica credibile: l’attenzione del futuro dev’essere rivolta al mantenimento della qualità della vita, alla protezione dell’ambiente e alla formazione.

 


Colloqui di San Silvestro 2007

“Globalizzazione: ci salverà dai nostri errori?”

L’obiettivo della prima edizione dei Colloqui di San Silvestro, organizzati dalla Cassa Raiffeisen di Brunico, era quello di fornire a tutti gli interessati una panoramica dell’esercizio passato e una prospettiva per quello futuro. Secondo quanto affermato all’unisono dagli esperti, la Val Pusteria è destinata a rimanere la locomotiva economica dell’Alto Adige.

Il 2007 e il 2008 sono stati due anni difficili per il mondo finanziario. Il dott. Martin von Malfèr, che lavora nel reparto consulenza della Cassa Centrale Raiffeisen ed è un esperto di tali questioni, nel suo intervento ha analizzato le cause della crisi immobiliare che, nell’estate scorsa, dall’America è dilagata fino all’Europa, scuotendo il mondo finanziario. Secondo von Malfèr, “nonostante l’Europa sia, tra tutte le economie, quella che dipende meno dagli aiuti americani, il rallentamento congiunturale si farà sentire anche da noi”. Il grosso rischio per la prosperità del futuro sarebbe legato, sempre a suo avviso, alle tendenze protezionistiche degli Stati Uniti.